lunedì 19 ottobre 2009

Cosa c'è dietro un pasticcino?



In pasticceria ci sono tante delizie che illuminano gli occhi e si sciolgono nel palato. Ci sono torte, biscotti, creme, bicchierini, glasse, caramelle, praline e cioccolatini e ci sono i pasticcini.
Dietro i pasticcini, c'è un laboratorio dove tanti giovani ragazzi lavorano, lavorano e lavorano dall'alba al tramonto, col caldo e col freddo, in estate e in inverno, a Pasqua e a Natale, sempre lì a dare, dare, dare e fare, fare, fare con una speranza mista ad illusione nel cuore che forse un giorno il loro padrone smetterà di fare il paperone pensando solo al suo soldone e finalmente arriverà l'illuminazione, oibò che dice l'articolo 4 della Costituzione:
La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto.
Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un'attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società.

e allora lì finalmente sarà quello che ora é solo utopia: un contratto di lavoro a norma di legge.

Molte storie la Vita mi racconta tutti giorni e oggi la mia riflessione vola a tutti coloro, soprattutto le generazioni dei 20 anni d'adesso, che non sono tutti droga, sballo e niente cervello, ma che tutte le mattine s'alzano col sorriso per andare a lavorare in posti dove lo sfruttamento é all'ordine del giorno, non esiste contratto e la maleducazione è il pane quotidiano che ricevono. "Non mollate! La Vita da e la Vita toglie in una Danza continua e nuove albe e nuovi giorni stanno arrivando per chi ha sempre basato la sua esistenza sull'Onestà, il Rispetto e la Verità del proprio Cuore."

Nessun commento:

Posta un commento