giovedì 30 luglio 2009

Cake della Manigunda



A Cairate in provincia di Varese, comune dove abito, esiste un monastero Benedettino che si chiama "Monastero di Santa Maria Assunta". Questo monastero fu costruito nel 737 D.C. dalla Regina dei Longobardi Manigunda, la quale donò il proprio patrimonio in ringraziamento per la miracolosa guarigione da una malattia renale accadutagli dopo aver bevuto alla vicina fonte di Bergoro.
Della Manigunda purtroppo non si hanno molti reperti storici sulla sua vita, ma esistono molte leggende sul suo conto: che appaia al calar del sole tra le mura del chiostro o compaia in presenza di coppie d'innamorati per augurare un futuro prospero e pieno d'amore.

In suo onore ho creato il Cake della Manigunda con il quale partecipo al concorso de Le Tamerici.

CAKE DELLA MANIGUNDA



Ingredienti e preparazione per 6 persone

350 gr. di farina 0
100 gr. di grana grattugiato
150 gr. di prosciutto crudo di Parma a dadini
100 gr. di olive taggiasche snocciolate
2 uova
1 bustina di lievito di birra liofilizzato
1 cucchiaio di miele di castagno varesino
q.b. semi di papavero
q.b. olio extravergine d’oliva
q.b. zucchero
q.b. sale
q.b. acqua
q.b. fiori di malva

Mettete la farina a fontana sulla spianatoia, unite il lievito, un pizzico di sale, mezzo cucchiaino di zucchero, un cucchiaio d’olio e la metà del grana. Impastate gli ingredienti unendo poco per volta un dl di acqua tiepida, aggiungete le uova sbattute, il prosciutto, le olive e il grana rimasto. Lavorate la pasta finché risulterà omogenea ed elastica; formate una palla, incidetela a croce, mettetela in una terrina coperta con un canovaccio e fatela lievitare per un’ora. Lavorate di nuovo l’impasto, poi sistematelo in uno stampo rettangolare di 22x13 cm unto di olio e lasciatelo lievitare per un’altra ora. Cuocete in forno a 180° per 40 minuti. A 3 minuti prima del termine della cottura, sistemate sul cake i fiori di malva e pennellateli con il miele, cospargete con i semi di papavero ed ultimate la cottura. Togliete il cake dal forno, sfornate e servite.

mercoledì 29 luglio 2009

NAPO e il mondo di eBay



Rullo di tamburi: NAPO E' ENTRATO A FAR PARTE DEL MONDO DI eBay!!!Eh sì! Da qualche giorno NAPO Cibo e Prodotti per Animali ha aperto il Suo negozio su eBay per la gioia di tutto il mondo animale!!!

Quindi non aspettate oltre e buttatevi nello shopping all'indirizzo:

http://stores.shop.ebay.it/NAPO-Cibo-e-Prodotti-per-Animali

e NAPO,



logicamente Vi Ringrazia!!!

martedì 28 luglio 2009

A chi cammina sul sentiero verso la Città di Smeraldo



"Le persone più felici non sono necessariamente coloro che hanno il meglio di tutto, ma coloro che traggono il meglio da ciò che hanno. La vita non è una questione di come sopravvivere alla tempesta, ma di come danzare nella pioggia......."

Kahlil Gibran

lunedì 27 luglio 2009

Sedanini di Riso all'Orientale

Care Lettrici e Cari Lettori del Mio Blog in questo periodo sono un po' latitante dalle rete perché sto lavorando su dei nuovi progetti che prenderanno il via con l'arrivo dell'autunno, ma non preoccupatevi Vi lascerò ancora soli per poco :-DDD

Per il momento Vi saluto con questa ricetta a base di pasta di riso, dedicata a tutti gli intolleranti alle farine, come me in questo periodo :-)

SEDANINI DI RISO ALL’ORIENTALE



240 gr. di sedanini di riso
2 uova
60 gr. di pisellini lessati
60 gr. di prosciutto cotto tagliato a dadini
un pezzetto di porro
2 cucchiai di vino bianco secco
1 cucchiaio di salsa di soia
2 cucchiai di olio extra vergine d’oliva
sale
pepe

Lessate i sedanini di riso, scolateli al dente e raffreddateli sotto il getto dell’acqua. Sbattete le uova con la salsa di soia. Lavate il porro, affettatelo e fatelo insaporire nell’olio per 2 minuti, unite le uova e strapazzatele, mescolandole spesso. Aggiungete i pisellini lessati e il prosciutto; irrorate con il vino e lasciatelo insaporire nel condimento. Regolate di sale e cospargete con una manciata di pepe. Servite i sedanini leggermente tiepidi. Potete accompagnarli con un centrifugato di carota e sedano in parti uguali, aromatizzato con paprica e succo di limone.

Ricetta apparsa nella newsletter di QBSPACE di Venerdì 24 Luglio 2009.





Fonte: Sale e Pepe

lunedì 13 luglio 2009

Leggerezze del Sol Levante



Domenica 14 Giugno 2009 come sapete c'è stata l'inaugurazione della mostra "Felice che siate qui" presso La Tana delle Costruzioni a Vedano Olona, queste sono le mie creazioni che il pubblico ha gustato:

RAVIOLI CROCCANTI D'ORIENTE



250 grammi di pasta sfoglia
q.b. zucchero
q.b. peperoncino
q.b. curry
q.b. mandorle pelate

Tirate la pasta a sfoglia fine e tagliatela a strisce di 4 centimetri, inumiditele, cospargetele con zucchero, peperoncino e curry; disponetevi sopra le mandorle pelate, chiudete la pasta, ritagliate i ravioli e infornateli in forno caldo a 180° per 10 minuti.


BARRETTE AL SESAMO



250 grammi di pasta sfoglia
q.b. semi di sesamo
q.b. sale
1 tuorlo sbattuto

Tirate la pasta a sfoglia fine e tagliatela a strisce di 10 centimetri. Spennellatele con tuorlo sbattuto, cospargetele con sale e semi di sesamo e infornatele in forno caldo a 200° per 10 minuti.

TARTARUGHE PORTAFORTUNA



250 grammi di pasta sfoglia
1 pomodoro
q.b. salsa di soya
q.b. menta
q.b. basilico
q.b. coriandolo
q.b. tabasco
q.b. sale
aglio

Tirate la pasta a sfoglia fine e tagliatela con un tagliapasta a forma di tartaruga. Tagliare il pomodoro a dadini e farlo saltare in padella per 10 minuti con l'aglio ed un filo d'olio. Togliere l'aglio e mettere il pomodoro nel mixer insieme ad 1 goccia si salsa di soia, 3 gocce di tabasco, alcune foglie di menta e basilico, un pizzico di coriandolo e di sale. Frullare il tutto e con la salsina che ne risulta spennellare le tartarughe ed informarle in forno caldo a 180° per 10 minuti.


In accompagnamento ai RAVIOLI CROCCANTI e delle BARRETTE DI SESAMO ho preparato questa salsa:

SALSA DEL SOL LEVANTE

mezzo peperone rosso
mezzo peperone giallo
1 spicchio d'aglio
q.b. olio
q.b. acqua
q.b. aceto di riso
q.b. zucchero di canna
q.b. sale

Stufare lentamente il mezzo peperone rosso ed il mezzo peperone giallo affettati con lo spicchio d'aglio, 1 cucchiaio d'olio e 3 di acqua. Unire 1 cucchiaio di aceto di riso, 1 cucchiaino di zucchero di canna, un pizzico di sale e frullare nel mixer.

Ricette apparse nelle newsletter di QBSPACE di Venerdì 26 Giugno 2009, Venerdì 3 Luglio 2009, Venerdì 10 Luglio 2009.