martedì 16 marzo 2010

Ultimi bagliori invernali

Ultimamente, latito un po' dal mio blog a causa di vari lavori in corso. Ho in arretrato diverse ricette "scalda inverno" che prima dell'arrivo del 21 Marzo 2010, mi sono ripromessa di postare. Quindi bando alle ciance e partiamo!

Ravioli al radicchio di Chioggia



- 1 kg di ricotta di pecora
- 1 kg di radicchio di Chioggia
- 2 cipolle di Tropea
- 3 uova grandi
- 300 gr. di parmigiano reggiano
- un profumo di pepe nero e noce moscata
- olio e.v.o.

Per il condimento:

- Burro, salvia fresca, cubetti di pancetta

Per la sfoglia:

- ½ kg di farina di grano duro
- ½ kg di farina 00
- 10 uova

Far rosolare la cipolla affettata sottilmente in olio e.v.o., unire il radicchio tagliato a striscioline sottili salare e pepare. Mescolare, coprire e lasciar stufare per diversi minuti.
Il radicchio deve arrivare a ''sfarsi''. Terminata la cottura, togliere il coperchio, far evaporare l'eventuale liquido in eccesso e lasciar raffreddare il tutto. A questo punto, in un ampio contenitore lavorare bene la ricotta, aggiungere il composto di radicchio, le uova (una alla volta), il parmigiano, e una grattatina di noce moscata. Porre il tutto in frigorifero a raffreddare. Preparare una sfoglia con uova e farina e tirarla ad uno spessore di un millimetro circa (comunque non deve essere eccessivamente sottile altrimenti i ravioli si rompono durante la cottura) tagliare con il tagliapasta e questo punto con un cucchiaio fare dei piccoli mucchietti di composto di radicchio e ricotta ben distanziati gli uni dagli altri. Rivoltare un lembo di pasta al di soprafar sigillare bene con la pressione delle dita. Al momento opportuno portare ad ebollizione abbondante acqua salata, immergervi i ravioli per pochissimi istanti e condire con burro e salvia (fatti scaldare precentemente) e guarnire con cubetti di pancetta rosolata. Portare subito in tavola, aggiungere parmigiano reggiano a piacere.

Ricetta apparsa nella newsletter QBSPACE di Venerdì 5 Marzo 2010.

5 commenti:

  1. Buonissimi!!!! davvero un ottimo modo di salutare l'inverno...un bacione

    RispondiElimina
  2. Che delizia! Ecco, sono piatti come questi che mi portano a dire...speriamo che l'inverno non passi più!

    RispondiElimina
  3. Grazie Ragazze!!! I Vostri commenti sono sempre preziosissimi!!!

    RispondiElimina
  4. Grazie della ricetta... e un saluto di corsa!

    RispondiElimina