martedì 23 febbraio 2010

I colori del buonumore

Circa quindici giorni fa ho cominciato a leggere un libro che mi sta aiutando a fare nuove scoperte: La Via dell'Artista. Ho cominciato a leggerlo incuriosita dai pareri positivi di alcuni amici che avevano avuto dei notevoli risultati, attraverso gli esercizi giornalieri, nella loro attività creativa.
Io domani, comincerò la seconda settimana e devo dire di vedere già gli effetti: SENTO IL PROFUMO DELLA PRIMAVERA! Alla faccia di neve, pioggia, grandine, gelo, alluvioni, telegiornali dall'effetto necrologico, la crisi, i prezzi che salgono, le buche nelle strade, lo smog, il traffico, il rumore, ecc... Io sento il profumo della primavera! :-D I semplici esercizi o giochi, di questo geniale libro, mi permettono di non assorbire più le brutture della vita come una spugna e subirle nel loro effetto di pessimismo cosmico, ma di vederle ed affrontarle sotto una luce diversa, riuscendo spesso a trasformarle in qualcosa di positivo ed estremamente utile per il mio vissuto.

SEMIFREDDO ALLA CREMA DI LIMONE






75 gr di burro
8 cl di succo di limone
la scorza grattugiata di 1 limone
120 gr di zucchero a velo
2 cucchiai di zucchero di canna
3 uova intere
3 fogli di gelatina
200 grammi di fragole
250 ml di panna fresca
8 savoiardi

Fate sciogliere il burro a fuoco dolce, poi aggiungere il succo di limone, la scorza grattugiata e le uova intere precedentemente sbattute con lo zucchero. Continuando a rimestare, portare questo composto al limite dell'ebollizione. All'apparire delle prime bolle, togliere immediatamente la casseruola dal fuoco, poi sbattere nuovamente con la frusta. Incorporare il foglio di gelatina ammollato in acqua fredda e strizzato, le fragole tagliate a tocchetti ed insaporite con due cucchiai di zucchero di canna ed infine aggiungere la panna montata. Foderare uno stampo da plum-cake con della pellicola e mettere sulla base gli 8 savoiardi e sopra il composto di crema di limone. Lasciare riposare in frigo per 4 ore e al momento di servire capovolgere su un piatto di portata in maniera tale che i savoiardi rimangano sopra.


Ricetta apparsa nella newsletter di QBSPACE di Venerdì 19 Febbraio 2010.

mercoledì 17 febbraio 2010

L'Uomo che parlava alle Rose

Un Grande Amico, un Grande Uomo, un Grande Amante della Vita, ieri ha lasciato il pianeta Terra, per andare a danzare nel Cuore dell'Universo. Lui ora é lì che ride nell'immenso Oceano d'Amore, circondato da Anime Grandi e Splendenti in una ronda eterna, in una vivencia senza fine.
Rolando ha donato la biodanza all'umanità trasformando la vita di migliaia di persone con la potente forza dell'Amore.






L’impossibile può succedere

Perché abbiamo più energia di quanta ne riceviamo.
Abbiamo luce negli occhi e uccelli migratori
Perché l’impossibile può succedere.

I nostri passi pieni di convinzione
Per i labirinti dell’amore…

Argonauti per mari sconosciuti

Alla ricerca del vitello interiore
Perché abbiamo l’energia del miracolo.

L’illusione, il germoglio e il rovere tagliato
L’uragano col nome di donna
E il cuore palpitando
Anche senza amore
Perché l’impossibile può succedere.

L’angelo azzurro del nostro letto
Aspettando il suo nuovo destino
Perché il miracoloso ha la faccia di angelo.

Abbiamo figli nel breve spazio di cento anni
E il nostro amore è infinito.

Abbiamo una lettera d’amore tra le mani
E campi di grano grandi e dorati
In una spiga del sogno.
Perché l’impossibile è il quotidiano.

Tratto dal libro Lo Imposible Puede Suceder (l’impossibile può succedere)



Onoro la Tua Anima e infinitamente ti dico GRAZIE.

domenica 14 febbraio 2010

Voglia di colori

Anche oggi il cielo ha regalato fiocchi di neve, anche oggi con il naso all'insù immaginavo il cielo azzurro al di là delle nubi, ma oggi é un giorno nuovo, un giorno diverso da ieri, un giorno in cui saluto il passato e vivo il presente. Sono su una nuova strada e vesto nuovi abiti ed hai miei piedi, finalmente, ho le scarpe rosse, col tacco, di Dorothy.


FILETTI DI ALICI CON PEPERONI ARROSTITI





16/20 alici
1 peperone giallo
1 peperone rosso
1 uovo
succo di un limone
q.b. Origano
q.b. Erba cipollina
1 dl di olio extravergine d'oliva
q.b. Sale
q.b. Pepe

Squamare le alici, privarle della testa e della lisca centrale e lavare i filetti. Disporli in un piatto fondo, insaporirli con un pizzico di sale, irrorarli con il succo di limone e lasciarli marinare per 2 ore circa rigirandoli di tanto in tanto. Nel frattempo cuocere l'uovo per 8/10 minuti facendolo rassodare, raffreddarlo in acqua fredda, sgusciarlo e tritarlo. Far abbrustolire da tutte le parti i peperoni sopra la fiamma; metterli in un sacchetto di carta, farli raffreddare, privarli della buccia, dividerli a metà, eliminare i semi e i filamenti bianchi interni, lavarli rapidamente, tagliarli a listarelle e metterli in una terrina; aggiungere l'origano, erba cipollina, l'olio, un pizzico di sale, pepe e mescolare gli ingredienti; unirvi infine l'uovo sodo tritato. Distribuire il composto di peperoni in un piatto di portata e adagiarvi sopra i filetti di alici, scolati dalla marinata.

Ricetta apparsa nella newsletter di QBSPACE di Venerdì 12 Febbraio 2010.